Corso per formatori cani d’allerta diabetica

banner png

Programma didattico per la Famiglia per cani allerta diabetica in ambito diabetico infantile-giovanile secondo il protocollo di Debby Kay, sviluppato successivamente da Paolo Incontri per le esigenze italiane.

DESCRIZIONE:
Aiutare le famiglie nella formazione del loro cane domestico, permettendo allo stesso, di rendersi capace di allertare in diurna e notturna, l’arrivo di una crisi glicemica (1 o 2). Dove il cane non sia presente, si può affiancare la scelta del cane giusto per la situazione, in allevamenti o anche in adozione in canili e/o rifugi.

OBIETTIVI:
Dopo anni di studio intenso e sperimentazione con varie famiglie, nasce finalmente una didattica semplice e diretta, scevra da sovrastrutture tecniche, idonea ed adatta a chiunque senza esperienze cinofile specifiche. Preparare quindi il proprio cane d’allerta diabetica (in ambito pediatrico e giovanile), sarà più semplice ora grazie a precise e chiare norme, che sono fornite, durante il percorso previsto. Sono stati ridotti gli argomenti dal protocollo originale, e la didattica diventa specializzata, per facilitare le famiglie che desiderano preparare il loro cagnolino, all’allerta diabetica diurna e notturna, per il loro bambino/a.

LA NECESSITA’ DI NORME:
La crescita esponenziale di preparatori di cani per l’allerta diabetica, riflette la necessità di una definizione di standard minimi, poiché attualmente questi ultimi, non sono esistenti nell’area d’allerta diabetica.
ADI (Assistance Dog International) ha creato molti standard, ma nessuno affronta specificamente, le competenze particolari o i rischi derivanti dall’uso di un cane d’assistenza medica, in modo improprio o superficiale.
I cani d’assistenza medica in area diabetica, sono destinati a fornire il supporto alle persone diabetiche, per il rischio di condizioni mediche che la malattia può causare, come le gravi conseguenze dovute alle crisi glicemiche, sino alla morte.
Di conseguenza, la natura critica di tale sostegno deve essere affrontato seguendo le norme che richiedono prestazioni di alta qualità dei cani. La domanda per avere questi cani d’allerta diabetica è grande, e viene da persone che stanno disperatamente cercando aiuto.
Ci sono oltretutto, molte possibilità significative, che le persone diabetiche in difficoltà, non possono comprendere pienamente molti rischi riferiti all’acquisto di cani definiti “pronti”, e possono essere fuorviati da “preparatori cinofili” non etici e non competenti.
La nostra scuola ritiene che la promozione di standard per i cani di assistenza medicale d’allerta diabetica, sono un’estensione delle proprie responsabilità sociali, umane, etiche, assistenziali e cinotecniche.

FRIDA

PROCEDURE FONDAMENTALI:
Punto 1
I cani d’allerta diabetica, sono specificamente addestrati nell’identificare i cali ipoglicemici e iperglicemici, nelle persone diabetiche. Quando i livelli di zucchero nel sangue vanno fuori equilibrio, i cani rilevano le molecole dei sottili cambiamenti nel corpo della chimica, e nell’odore dei loro utente, bambino o adulto che sia, odori che
non sono rilevabili da noi umani. I cani non rilevano specifici livelli di glucosio nel sangue, piuttosto rilevano quando i livelli si stanno spostando e danno l’allarme all’utente in tempo per controllare i livelli di zucchero nel sangue ed effettuare le regolazioni necessarie (insulina, zuccheri, succhi…).

Punto 2
Non c’è nessuna razza di cani da lavoro specifico, impostata come cani di “servizio diabetico”. Una delle caratteristiche primarie del cane, deve essere quella di avere una propensione naturale allo “sniffing” (uso del naso in fase di ricerca).

Punto 3
Anche se i cani sono addestrati a svolgere avvisi specifici, gli allarmi dipendono dalle esigenze del conduttore; l’età, la salute e lo stile di vita.
Un utente che vive da solo, può aver bisogno di un cane addestrato a prendere l’apposito kit e premere un pulsante specifico sul telefono. Invece un utente con una famiglia, può avere un diverso insieme di bisogni. Inoltre il cane può scegliere il proprio metodo di allerta in base alla situazione. In un luogo pubblico, ad esempio, il cane può spingere o tentare di condurre il suo gestore in un punto di sicurezza. Ulteriori
insegnamenti specifici vengono dati ed inseriti nell’addestramento del cane, se l’utente ha funzionalità limitate, come disfunzioni motorie oppure uditive.

Punto 4
Nel Programma Famiglia, gli attori del nucleo famigliare (di solito uno più di altri, se il bambino/a è piccolo), devono essere coinvolti nell’intero processo. Un cane addestrato deve essere modellato sulle esigenze dell’utente. Il cane dovrà tenuto in allenamento (non viene qui considerato solo lo sniffing), anche dopo la fine della sua formazione, per potenziare il forte legame, rendendo più efficace il suo lavoro di allerta.

Per il PROGRAMMA FAMIGLIA cambiando le dinamiche delle materia e della didattica utilizzata nella scuola per formatori cani d’allerta diabete, i tempi di preparazione si riducono sensibilmente, poiché il cane viene indirizzato all’allerta pediatrica e giovanile, in ambienti ben precisi, in cui il proprio utente (bambino/a), svolge la maggior parte delle proprie attività, in diurna che in notturna. In questo solo caso, la formazione può essere data da uno dei famigliari (o entrambi a turno), che seguendo un corso di preparazione della durata di 8 mesi di training, potrà vedere i risultati giorno dopo giorno, nel proprio ambiente domestico e negli ambienti esterni, utilizzati ogni giorno (parco giochi, ect.).

thumb_DSC_0094_1024

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE:
• Possono prendere parte al corso solamente i soci del Centro Cinofilo.
• Avere raggiunto la maggiore età (18 anni) ed essere in possesso di un certificato medico di buona salute.
• È possibile partecipare anche con un cane non di proprietà (considerandone comunque l’utilità ai fini della pratica).
• I cani iscritti devono aver compiuto almeno i 3 mesi, essere in regola con le vaccinazioni e il trattamento antiparassitario. Le femmine in stato di estro potranno partecipare solo previa autorizzazione dei docenti.
• Possedere una polizza di rct.
• Essere in regola con il tesseramento annuale sportivo ENDAS.

PROGETTO:
Organizzare seminari, per il programma Famiglia, dove sono previsti 8 mesi di training (teoria e pratica), con 8 week-end, supportati da video, materiale e schede d’accompagnamento.
La partecipazione è a numero chiuso, non si accettano più di 8/10 binomi cane-conduttore. No auditori.

Orario delle lezioni: 09.00-13.00 || 14.30-17.30

Calendario delle lezioni 2019:immagine-e1542650415331.jpg
Sabato 9 e domenica 10 febbraio
Sabato 2 e domenica 3 marzo
Sabato 27 e domenica 28 aprile
Sabato 18 e domenica 19 maggio
Sabato 15 e domenica 16 giugno
Sabato 6 e domenica 7 luglio
Sabato 14 e domenica 15 settembre
Sabato 12 e domenica 13 ottobre
Domenica 15 dicembre esami scritti, orali e pratici.

PROGRAMMA DEL CORSO:
• protocollo generale (prelievo saliva senza contaminazioni, conservazione ed utilizzo, responsabilità e codice etico dei vari attori, ect.), scelta del cane e cosa a noi interessa, struttura del naso del cane e sue potenzialità
• i primi sniff, uso del clicker, memoria olfattiva, range d’interazione, fase d’apprendimento iniziale norme ADI PAT
• supporti tecnici di misurazione e prevenzione, tre punti di partenza, ambienti&ambienti, crescono le difficoltà, ruota degli odori
• sezione dedicata al cane che acquisisce competenze d’assistenza e servizio di base per l’azione di supporto nell’allerta pediatrica ed infantile
• come allertare (giorno e notte), variare ambiente in esterna, norme ADI e allerta con qualche distrazione (cani, persone ect), ruota degli odori
• le valutazioni per come andare avanti o fare qualche passo indietro, training corretto senza danneggiare il benessere psicofisico del cane, ruota degli odori, norme ADI PAT
• disubbidienza intelligente, come ottenere l’allerta con distrazioni di altri cani, dare persistenza e intensità, ruota degli odori
• cane anziano ed inserimento con l’approccio al cucciolo, luna di miele – ripasso dei punti fondamentali del lavoro generale
• allertare in casa, in auto, in autobus, variare le situazioni **
• allerta notturna mentre il cane dorme, ruota degli odori, variare i livelli d’allerta
• portiamo in cane in passeggiata (prevista presenza a sorpresa del campione per l’allerta), il cane mentre gioca entra in pre-allerta (orologio dello sniff)
• ripasso generale approfondito
• parte scritta – parte orale – prove pratiche PAT e prova olfattiva DADA

note: ** da valutare in base alle esigenze familiari

La descrizione degli argomenti è volutamente sintetica e non dettagliata. Durante il corso sarà nostra cura ampliare gli argomenti e la formazione sia tecnica che pratica, anche avvalendosi di professionisti di vari argomenti quali per esempio, medici Diabetologi pediatrici e veterinari.

COSTI:
Costo totale €1.750 rateizzato.

• Se l’iscrizione avviene entro dicembre 2018 la cifra dell’intero corso rimarrà €1.750
• Se l’iscrizione avviene entro il 10 di gennaio 2019 la cifra dell’intero corso sarà di €1.900
• Se l’iscrizione avviene dopo il 10 di gennaio 2019 l cifra dell’intero corso sarà di €2.250

I costi di iscrizione comprendono le spese di esame, diplomi e attestato, l’iscrizione all’ENDAS ed il tesseramento alla nostra associazione per il 2019.
(nota: se il corso si tenesse in altro centro cinofilo potranno variare le condizioni).

nota: in caso di assenze (che non possono superare l’80% del percorso) è possibile usufruire di giornate ad personam per recuperare le ore perse, ad un costo aggiuntivo di €80 a giornata.

PER INFO E ISCRIZIONI:
Sig. Paolo Incontri 392 / 55 14 565
info@caniallertadiabete.com

Corso DAD 2019